Controlli Radiografici - AeroNDI S.r.l.

Vai ai contenuti

Menu principale:

Linee di Servizio > Controlli Non Distruttivi
CONTROLLI NON DISTRUTTIVI VOLUMETRICI
Controllo Radiografico
La radiografia si basa sull'assorbimento differenziale delle radiazioni penetranti provenienti dalle variazioni di densità nel materiale all'interno dell'oggetto in prova. Questo cambiamento di densità può essere il risultato di un vuoto completo, oppure può avvenire con una discontinuità del materiale o semplicemente con un normale cambiamento presente nella sezione trasversale. Questa radiazione è usata per formare un'immagine o con film o con un rivelatore digitale. L'immagine è generalmente vista come mappa di contrasto 2-D in scala di grigio, con le aree più scure raffiguranti aree all'interno dell'oggetto a bassa densità (più sottili), e aree più chiare, ad alta densità (più spesse).

Ci sono molti fattori che contribuiscono alle capacità, limiti e vincoli del controllo radiografico. Uno dei più importanti e più significativi è la differenza di densità tra l'oggetto in prova e la discontinuità di interesse. Altrettanto importanti sono il volume e/o l'area della sezione trasversale della discontinuità che occupa all'interno dell'oggetto e l'orientamento della discontinuità in rapporto al fascio di radiazioni. Grandi differenze di densità e di dimensioni delle discontinuità (rispetto al fascio) provocano indicazioni a contrasto più elevato. Come per la maggior parte delle ispezioni, sia le dimensioni sia il contrasto (rapporto segnale-rumore) di una indicazione sono i principali fattori che influenzano la capacità di ispezione.

Il controllo radiografico è un metodo non distruttivo che permette di evidenziare i difetti strutturali di un materiale


Ritiro dendritico su microfuso in iconel


Immagine CR di particolare in acciaio al carbonio


Immagine CR di particolare in inconel

Le ispezioni radiografiche sono generalmente sviluppate per fornire quello che viene definita come sensibilità 2-2T. Ciò significa che il cambiamento del 2% di spessore (di nuovo rispetto al fascio) produrrà una variazione misurabile in contrasto e che un vuoto con un diametro che è 2 volte (2T) il 2% della variazione di spessore sarà 'facilmente' visibile. Tuttavia, questo non garantisce che una discontinuità di tale dimensione sarà rilevata in modo affidabile. Nuovamente, questo dipende dal rapporto segnale-rumore, che può essere influenzato dalla geometria, dalle proprietà del materiale, e dalla conoscenza preventiva della posizione e dell'orientamento della discontinuità di interesse.

Controlli Non Distruttivi Radiografici RT
Torna ai contenuti | Torna al menu